Monthly Archive marzo 2017

Boccole

Nel settore delle automazioni (per porte e cancelli ) troviamo l’utilizzo di due tipologie di boccole : boccole autolubrificanti e boccole in bronzo / ferro sinterizzato.

Le boccole autolubrificanti sono definite anche col termine di cuscinetti a secco e grazie al loro strato di Ptfe, raggruppano in sé vari vantaggi:

quali sono i vantaggi ??

  • Sono esenti da manutenzione
    boccola autolubrificante

    • Facilità di montaggio
    • Hanno buone proprietà di attrito con bassa usura ed elevata capacità di carico
    • Velocità di strisciamento elevata
    • Range di temperature di lavoro molto elevate
    • Effetto stick-slip trascurabile
    • Gioco di funzionamento contenuto
    • Buona resistenza chimica
    • Basso assorbimento di olio, d’acqua e rigonfiamento
    • Inerte alla maggior parte dei gas e solventi chimici
    • Non accumulano elettricità statica

Sono costituite da un’armatura in acciaio a basso tenore di carbonio che conferisce resistenza meccanica. Internamente uno strato di bronzo poroso sinterizzato sulla parete garantisce una buona adesione dello strato di PTFE all’acciaio. Queste boccole possono avere un trattamento di protezione sulla superficie esterna in rame o stagno la quale protegge il cuscinetto da ossidazioni e corrosioni. Questo prodotto è ideale per una progettazione versatile.

Mentre…

Le boccole in bronzo / ferro sinterizzato presentano elevate caratteristiche meccaniche e tecnologiche, presentano una struttura porosa e sono impregnati di olio che è rilasciato gradualmente durante il regolare funzionamento formando un film autolubrificante. Sono disponibili in formato cilindrico e flangiato.

Le boccole sinterizzate offrono numerosi vantaggi..

Scopriamo i vantaggi di questa seconda tipologia  di boccole …

• sono autolubrificanti ed esenti da manutenzione e lubrificazione esterna

Boccola in bronzo

• buone proprietà di attrito con velocità di strisciamento molto elevata
• si possono ottenere particolari a disegno anche complessi pronti per il montaggio
• il basso costo di produzione rende il prodotto molto economico
• sono generalmente adatte dove ci sono molti giri e pochi carichi.

 

Ecco qui tutto.. mi raccomando non esitate a contattarci e seguite sempre il nostro sito www.itsitalia.org 

Linkedin : https://www.linkedin.com/company/i-t-s-italia-srl?trk=top_nav_home
Facebook : https://www.facebook.com/itsitalia.org/

Gli anelli di tenuta

Gli anelli di tenuta nel settore delle automazioni di porte e cancelli ?? Certo che sì..

Cosa sono gli anelli di tenuta ?

Gli anelli di tenuta sono elementi di tenuta interposti tra due elementi con superfici cilindriche.

Da cosa sono costituti gli anelli di tenuta ?

Sono costituiti da una struttura metallica (questo perché si ha una resa migliore nel tempo e una maggiore tenuta massima ) , da uno (o due) labbro di tenuta , e da una molla a spirale in acciaio. Tutto questo permette una performance migliore nel tempo. La tenuta dinamica è realizzata per effetto dell’interferenza tra il labbro e l’albero, il labbro esercita sull’albero una forza denominata “carico radiale”.

Inoltre…

Sotto la superficie piana del labbro si forma una sottilissima pellicola di fluido, questa pellicola è mantenuta per capillarità tra il labbro di tenuta e l’albero verso l’esterno da una sottile membrana di materiale la cui tensione superficiale evita la fuoriuscita del fluido. Con l’aumento dello spessore della pellicola, aumenta pure la forza totale dovuta alla pressione dal fluido da tenere fino al raggiungimento di valori di forze superiori alle tensioni superficiali e quindi alla rottura di questa membrana e di conseguenza alle perdite di olio.

Lubrificazione o non ?? 

Gli anelli di tenuta non possono funzionare a secco, un’adeguata lubrificazione è indispensabile per un buon funzionamento.

Seguiteci sempre sui nostri social…

Linkedin : https://www.linkedin.com/company/i-t-s-italia-srl?trk=top_nav_home
Facebook : https://www.facebook.com/itsitalia.org/

… ma anche sul nostro sito web  www.itsitalia.org