Abbiamo parlato altre volte dei Cuscinetti… oggi approfondiremo altri aspetti…

Ormai sappiamo tutti quanti cosa sono i cuscinetti..no?

I cuscinetti sono dispositivi meccanici utilizzati per ridurre l’attrito tra due oggetti in movimento rotatorio.

Di cosa hanno bisogno i cuscinetti per poter sfruttare al massimo la loro capacità di carico ? 

 … i rispettivi anelli o ralle devono essere sostenuti su tutta la loro circonferenza e per l’intera larghezza della pista. L’appoggio deve essere solido ed uniforme, inoltre gli anelli devono essere fissati in modo sicuro per evitare che in presenza di carico ruotino rispetto alle loro sedi.

Attenzione !!!!

Al momento della scelta degli accoppiamenti dei cuscinetti con le rispettive sedi è bene prendere in considerazione i fattori sotto-elencati :

  1. condizioni di rotazione : si riferiscono al movimento dell’anello del cuscinetto rispetto alla direzione del carico. Esistono tre differenti condizioni
  2. Entità del carico : con l’aumentare del carico, l’interferenza dell’anello interno di un cuscinetto sulla sua sede viene ad allentarsi, visto che l’anello tende a dilatarsi. Sotto l’effetto di un carico rotante l’anello stesso può iniziare a ruotare. Maggiore è il carico, maggiore è l’interferenza necessaria.
  3. Giuoco interno del cuscinetto : quando l’anello di un cuscinetto viene montato con interferenza sull’albero o nell’alloggiamento, esso si deforma elasticamente e provoca una diminuzione del giuoco interno del cuscinetto. Questo fattore dipende dal tipo e dalla dimensione del cuscinetto.
  4. Condizioni termiche : in esercizio i cuscinetti raggiungono una temperatura che è superiore a quella dei particolari s
    u cui sono montati. Questo può provocare un allentamento dell’accoppiamento dell’anello interno sulla sua sede; mentre la dilatazione dell’anello esterno può impedire il movimento assiale nel proprio alloggiamento.
  5. Esigenze relative alla precisione di marcia : per ridurre la cedevolezza e le vibrazioni occorre evitare accoppiamenti liberi per quei cuscinetti che devono avere un alto grado di precisione di marcia.
  6. Forma e materiale degli alberi e degli alloggiamenti : l’accoppiamento sulla sua sede non deve determinare una deformazione irregolare dell’anello interessato. Gli alloggiamenti di tipo diviso non possono essere adatti ad accogliere anelli esterni montati con forzamento, e gli accoppiamenti adottati non devono comportare un interferenza maggiore. E’ bene assicurare un supporto adeguato agli anelli montati in alloggiamenti aventi pareti sottili o di leghe leggere o su alberi cavi, con montaggi più forzati di quelli normalmente scelti.
  7. Facilità di montaggio e di smontaggio : i cuscinetti con accoppiamento libero sono più facili da montare e da smontare di quelli con accoppiamento forzato. Nel caso in cui le applicazioni prevedano l’utilizzo di accoppiamenti forzati si possono impiegare cuscinetti scomponibili o quelli con foro conico e bussola di trazione o pressione.
  8. Spostamento del cuscinetto assialmente libero : quando si montano i cuscinetti è indispensabile che, in qualsiasi condizione di funzionamento, uno dei due anelli sia libero di spostarsi assialmente. Questo è garantito dall’adozione di un accoppiamento libero per l’anello soggetto a carico fisso. Quando è l’anello esterno ad essere soggetto a carico fisso il movimento assiale deve avvenire nel foro dell’alloggiamento.

Direi che anche per oggi abbiamo ampiamente parlato di questi cuscinetti… cos’altro dire ? 🙂

 

Seguiteci sui nostri social 

Linkedin :  https://www.linkedin.com/company/i-t-s-italia-srl?trk=top_nav_home
Facebook : https://www.facebook.com/itsitalia.org/