Category Archive Giardinaggio e florovivaistica

La teste a snodo “NRG”

Its Italia | Vendita boccole e cuscinetti

TESTA A SNODO “NRG”

La testa a snodo è costituita da un corpo a forma di testa nel quale è inserito in modo permanente

nell’apposita sede, una sfera forata. La testa a snodo, grazie alle filettature (maschio/ femmina, destra / sinistra) può essere considerata un ottimo elemento di supporto e di collegamento, integrandosi perfettamente in diversi tipi di applicazioni.

La testa a snodo e lo snodo sferico sono elementi meccanici pronti al montaggio e vengono utilizzati per trasmettere in modo preciso movimenti di oscillazione o rotazione, combinati con ribaltamenti angolari variabili.

Questi elementi vengono impiegati in macchine automatiche per il confezionamento, imballaggio, industria tessile, alimentare, cilindri pneumatici, macchine per florovivaismo e per le macchine per giardinaggio. 

Tutti i terminali a snodo, hanno molteplici applicazioni e non è possibile stabilire norme generali per la scelta del tipo da utilizzare.

Contraddistinguiamo i prodotti con il brand di nostra proprietà: NRG per snodi e teste a s

Teste a snodo
Teste a snodo

nodo

Piccola chicca per voi… oggi l’articolo comprenderà anche la parte in inglese, per i nostri clienti esteri che ci seguono  !!!!

 ROD ENDS “NRG”

Rod end is constructed by a body, defined also as housing, in the form of a head in which a spherical plain bearing is permanently inserted in a seat specifically, a perforated sphere.

The rod end, thanks to the threading (male / female, right / left ) can be considered excellent support elements as well as links, integrating perfectly with diverse types of applications.

This application is space-saving mechanical unit, ready for application, mainly used to transmission of oscillatory movements, combined with rotations and variable misalignment.

All rod terminals, have multiple applications and it is not possible to establish general rules for choosing the type to use.

We identify products with a brand of our property : NRG for rod ends and spherical bearings.

Anche per oggi abbiamo concluso…mi raccomando seguite sempre il nostro sito, a breve sarà completamente rinnovato :  http://www.itsitalia.org

Supporti con cuscinetto

Cosa sono i supporti con cuscinetto…

I supporti dotati di cuscinetti appropriati costituiscono delle unità intercambiabili che offrono soluzioni tecniche semplici, efficaci ed affidabili; inoltre richiedono una facile manutenzione.

Sono costituiti da un alloggiamento che può essere fatto in ghisa o in acciaio stampato.

Questi alloggiamenti possono essere combinati con diversi tipi di cuscinetti che vengono inseriti al loro interno. Questi cuscinetti hanno una caratteristica di auto-allineamento dovuta al diametro esterno sferico e al corrispondente design dell’alloggiamento del cuscinetto.

Questa loro caratteristica permette un qualsiasi disallineamento statico, che per esempio si può verificare nelle grandi trasmissioni o in presenza di strutture saldate.

A seconda delle singole esigenze, sono presenti diversi design di alloggiamenti entrambi in ghisa o in acciaio stampato. E’ possibile fare una prima distinzione principale tra alloggiamenti ritti ed alloggiamenti flangiati.

Gli alloggiamenti sono realizzati in ghisa sferoidale GG20.

La ghisa fornisce un’elevata rigidità alla deformazione e quindi è in grado di accettare carichi medi ed elevati in modo ottimale.

Questi alloggiamenti sono realizzati in acciaio zincato stampato e consentono design più leggeri.

Gli alloggiamenti in acciaio stampato, in termini di peso, sono molto più leggeri rispetto a quelli in ghisa. Questi alloggiamenti offrono un modo molto semplice, efficace ed efficiente per il montaggio.

Ci sono diversi design ,di supporti con cuscinetti disponibili come standard, in modo da adattarsi agli alloggiamenti in modo ottimale.

Tutti i cuscinetti inseriti nei supporti dispongono di un anello esterno sferico che compensa disallineamenti e ne compensa la posizione all’interno di un determinato spazio.

La capacità di compensare disallineamenti, tuttavia, dipende dal tipo di cuscinetto inserito nel supporto. 

Diversi tipi di cuscinetti sono disponibili con sistemi di tenuta differenti, anche per offrire una protezione ottimale contro l’ambiente anche in condizioni operative difficili.

Tutti i supporti con cuscinetti vengono prodotti con sistemi di tenuta, standard.

Questi sistemi di tenuta, storicamente, sono stati prodotti per operare nella soluzione migliore, sotto normali condizioni di lavoro.

Diversi tipi di supporti con cuscinetti sono disponibili, su richiesta, con guarnizioni alternative per fornire una protezione ottimale anche in condizioni operative difficili e sfavorevoli.

I supporti con cuscinetto sono dotati di gabbie in acciaio stampato, come standard.

Inoltre, possono anche essere forniti con gabbie speciali secondo le specifiche del cliente.

I supporti con cuscinetti sono prodotti con classe di tolleranza, definita come “Normale” , PN, come standard. Su richiesta questi questi supporti con cuscinetti sono prodotti anche con classi d i tolleranza più ristretti, come ad esempio in P6 e P5.

A causa della loro conformazione ( caratteristica costruttiva) sono prodotti con un giuoco radiale in C3, come standard. I supporti con cuscinetti, su richiesta, possono essere prodotti anche ad altri giuochi interni.

I supporti con cuscinetti richiedono, in tutte le condizioni operative, un certo carico minimo per poter operare in modo corretto.

Per ITS Italia il carico minimo deve essere del 1% del coefficiente di carico dinamico.

Anche per oggi abbiamo concluso…mi raccomando seguite sempre il nostro sito, a breve sarà completamente rinnovato :  http://www.itsitalia.org

Boccole nei settori del giardinaggio e del floroviaistico

Con questo nuovo articolo iniziamo a parlare di altri due settori dove siamo ben inseriti con molteplici dei nostri prodotti : nel settore del giardinaggio e nel settore della florovivaistica.

ITS italia fornisce varie tipologie di Boccole : boccole autolubrificanti, rilubrificabili ma anche boccole rullate in bronzo. In questo articolo daremo solo qualche piccolo cenno alle boccole autolubrificanti e rilubrificabili, in quanto ne abbiamo ampliamente parlato nei nostri articoli precedenti, per altri settori, mentre daremo una spiegazione completa sulle boccole rullate in bronzo.

Boccole autolubrificanti “DJA MOND”

Boccole autolubrificanti
Boccole autolubrificanti

Multistrato con PTFE composto

Serie PT…SL

Definite anche col termine di  cuscinetti a secco grazie al loro strato di Ptfe, raggruppano in sé vari vantaggi:

• Sono esenti da manutenzione

• Facilità di montaggio

• Hanno buone proprietà di attrito con bassa usura ed elevata capacità di carico

• Velocità di strisciamento elevata

• Range di temperature di lavoro molto elevate

• Effetto stick-slip trascurabile

• Gioco di funzionamento contenuto

• Buona resistenza chimica

• Basso assorbimento di olio, d’acqua e rigonfiamento

• Inerte alla maggior parte dei gas e solventi chimici

• Non accumula elettricità statica

Boccole rilubrificabili multistrato con POM ( o PEEK composito su richiesta) “DJA MOND”
Boccole rilubrificabili multistrato con POM
Boccole rilubrificabili multistrato con POM

Serie PT..RK

I cuscinetti a strisciamento in POM si possono considerare pre-lubrificati in quanto necessitano solo di una minima quantità di lubrificante per lavorare a lungo in modo soddisfacente. Presentano le medesime caratteristiche della versione SL

 

BOCCOLE RULLATE IN BRONZO “DJA MOND” 

PB_AR
PB_AR
DIN 1494 e ISO 3547 Bronzo allo stagno
Serie PB..AR/ARG/FP

 

 

Le boccole di questo tipo sono completamente di bronzo e particolarmente indicate per le applicazioni che necessitano di una rilubrificazione in quanto operanti in ambienti sporchi. La superficie di strisciamento presenta alveoli che contribuiscono a migliorare la lubrificazione. Le boccole rullate si distinguono soprattutto per la loro parete sottile ed è grazie a questa caratteristica che a parità di diametro dell’albero e di sollecitazioni, l’ingombro è inferiore a quello di una boccola tornita o di un cuscinetto. La loro superficie interna può essere fornita con tasche a forma di rombo (losagna) o con foro passante ( per aumentare la riserva di grasso).

Per questi motivi né risultano i seguenti vantaggi:

• ingombro minimo

• risparmio di peso rispetto alle boccole tornite o ai cuscinetti

• impiego minimo di materiale

• capacità massima di carico

• dato che le boccole si ottengono da nastri è molto semplice averle provviste di alveoli

• si possono ottenere ragnature

• manutenzione facile

• intervalli di lubrificazione più lunghi

• la versione con colletto assorbe sia le spinte assiali che radiali

• Maggiore leggerezza d ‘insieme

•Facile applicazione e montaggio.

MATERIALE  

PBC_FP
PBC_FP

E’ un bronzo allo stagno (CuSn8) con eccellenti caratteristiche di scorrimento. Questo materiale è particolarmente adatto quando occorre assicurare alta resistenza all’usura, alla grippatura, alle alte temperature, alla corrosione e un alto limite di fatica. La superficie di strisciamento è ottenuta per lavorazione meccanica e munita di rientranze romboidali (PBC..AR) o con fori passanti (PBC..FP) che permettono una maggior capacità di accumulare lubrificante o a rientranze romboidali riempite di lubrificante solido (PBC..ARG).

LUBRIFICAZIONE

Le boccole rullate in bronzo vanno sempre lubrificate, in tal modo non vengono solo migliorate le caratteristiche di scorrimento ma anche ottenuti i seguenti vantaggi:

• lunga durata

• protezione contro la corrosione dell’albero

• tenuta contro polvere e corpi estranei Già durante la progettazione bisogna prevedere la possibilità di lubrificazione e nel caso di grasso, va anche previsto il ripristino periodico. Se le sollecitazioni non sono estreme, è sufficiente prevedere delle boccole con alveoli romboidali, non sono indispensabili delle ragnature e si può utilizzare del grasso come lubrificante. Nel caso in cui si utilizzi dell’olio come lubrificante, si impiegano boccole con superficie liscia, con ragnatura o con alveoli a calotta.

MONTAGGIO

La boccola va montata in una sede con tolleranza H7 o inferiore e con uno smusso di 15° (45° per boccole flangiate) per facilitare il montaggio. Una volta in sede la zona di giunzione deve essere opposta alla direzione del carico: il diametro interno della boccola assumerà la tolleranza H9. Gli alberi devono avere una durezza possibilmente superiore a 50 HRC, una rugosità compresa tra 0,4 e 0,8 µm ed una tolleranza tra e7 ed f7.H

 

Anche per oggi abbiamo concluso…mi raccomando seguite sempre il nostro sito, a breve sarà completamente rinnovato :  http://www.itsitalia.org